IL SAPORE DI CASA

comments 2
Pensieri

Gli spot pubblicitari di Apple sono spesso dei racconti. E spesso toccano un immaginario collettivo trasversale alle varie culture, come questo che propongo in queste pagine oggi e che mi ha colpito.

In un mondo alieno come può esserlo la Cina, mi ritrovo nel disagio del ragazzo quando si ritrova a gestire qualcosa datogli dai genitori. Qualcosa di brutto, scomodo ma assolutamente funzionale al compito di preservare quanto trasportato da casa sino “alla grande città”.

Hai mai vissuto fuori, ancora non del tutto indipendente economicamente o ‘socialmente’ e hai trasportato anche tu un pacco scomodo?

The Author

♂, amichevole cittadino del web, motociclista, geek, lettore, curioso. Un padawan delle arti di SysAdmin & DevOps. Sono un – attivo – social networker dal 1999 con il nickname “kOoLiNuS”.

2 Comments

  1. Emanuele says

    Sai quante volte ho grattato gli stinchi con qualche pacco estivo ricevuto dai parenti preparato in una cassetta da frutta? 🙂

    • Io mi divertivo a portare roba da casa solo durante il servizio militare, quando alla domenica ci facevamo una scorpacciata di prelibatezze provenienti da mezza Italia.

      Da studente universitario ho sempre odiato portarmi “le scorte” e le uniche concessioni erano i dolci tipici e stagionali, o qualche chicca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.