Vai al contenuto

2020

Scritto da:

Nicola

Il duemilaventi è cominciato ormai da qualche giorno, e ormai tutti siamo rientrati al lavoro. O sei ancora in ferie?

Io durante queste vacanze mi sono dato da fare a tavola, ma ormai son vecchio e non reggo più il ritmo di un tempo. Soltanto pranzi e all’ora di cena ancora la sensazione di pieno e di digestione in corso. Avrei forse dovuto assaggiare qualche amaro in più al termine dei pasti?

Articolo precedente

AMA IL PROSSIMO TUO (COME TE STESSO)

Articolo successivo

UN NUOVO SÉ

Unisciti alla discussione

  1. Ricominciato il 2, in bellezza: ho messo online un sito.
    La cosa buona di passare il Natale/Capodanno NON in famiglia e’ che non ci si ammazza di cibo. Ormai e’ diventata tradizione

  2. Caro Nicola,

    un superalcolico, a fine pasto, amaro o no, non aiuta a digerire. Per digerire meglio puoi fare due passi per stimolare il movimento intestinale. Ancora meglio è ridurre le quantità.

    Per quanto ami la buona cucina, ho sempre pensato che mangio per vivere e non vivo per mangiare. La socialità a tavola è una cosa che apprezzo molto della cultura italiana, ma non per questo significa che le tradizioni che fanno male alla salute (pranzi e cene di portate infinite, con quantità infinite) debbano essere portate avanti tali e quali senza modifiche. L’innovazione è anche questo, non solo una fotocamera in più sullo smartphone. Capire che mangiare meno è meglio è innovare. Pur godendomi le feste e la cucina di mia madre, finite le feste sono più in forma di prima 🙂 Buon anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.