Vai al contenuto

La guerra dei coriandoli

Scritto da:

Nicola

Il pavimento del bagno di casa è pieno di coriandoli. Siamo tornati da poco dalla villa comunale, unico spazio aperto verde della (mia) città con giochi e spazio a sufficienza per i piccoli bitontini…

Il periodo di Carnevale è nel suo pieno, e ormai chiunque può – specie approfittando del sole – maschera i ragazzini e li lancia in una bolgia infernale fatta di risate, corse, colori, coriandoli e stelle filanti.

Lo stramaledetto COVID-19 pare (dico pare) stia scemando un po’ e quindi i freni inibitori dei grandi si allentano un po’ ed è permesso avvicinarsi e giocare con gli altri. Ci sono gli amichetti dell’asilo, e gli amichetti degli amichetti. Si riuniscono i Vendicatori, nel cosmo Marvel arrivano anche Batman, Harry Potter e Buzz Lightyear…

Anche i grandi tornano bambini e combattono a lanci di coriandoli e stelle filanti i propri bimbi ed i loro amichetti.

E non importa se tornato a casa c’hai i coriandoli anche tra le chiappe, e per terra è un casino e devi ripassare la scopa. Le risate e la serenità di una felicità in comunione ripagano di tante cose amare, che la vita ti riserva in altri momenti. Buon Carnevale a tutti…

Articolo precedente

ad alta intensità

Articolo successivo

ri-definirsi

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.