Vai al contenuto

ri-definirsi

Scritto da:

Nicola

Avevo incrociato il carattere Drusilla Foer qualche volta nel corso degli anni passati, e inevitabilmente l’esposizione mediatica nell’ultimo Sanremo ha dato una spinta vertiginosa alle sue apparizioni televisive.

Ieri, cercando informazioni biografiche sulla persona dietro la maschera, e scoprendone con sommo stupore l’età, ho scoperto che ha tenuto questo bellissimo TED-talk due anni fa a Padova.

Lasciando da parte ogni considerazione sull’aspetto esteriore del monologo, mi sono ritrovato affascinato e sedotto dall’uso preciso, esatto, non casuale di ciascuno dei singoli termini utilizzati … non c’era niente lasciato al caso, e ogni parola aveva il suo perso in un contesto chiaramente definito. Trovo che sia dote rarissima, che poche volte ho potuto apprezzare nella vita, e che così su due piedi direi essere proprio di personaggi come Augias o l’immenso Flaiano.

Adesso perdonami, vado a ri-ascoltarmi l’esibizione…

Articolo precedente

La guerra dei coriandoli

Articolo successivo

del tenere un(a specie di) diario personale pubblico

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.