Vai al contenuto

di quando cambi le tazze

Scritto da:

Nicola

Non so a quanti di quelli che mi leggono in questo spazio sia capitato, ma ritrovarsi di colpo a cambiare qualcosa di casa propria che si è usato ininterrottamente da anni è praticamente una rivoluzione.

Dopo il passaggio dalle tende a delle porte vere, dal divano letto matrimoniale al lettone, da una coppia di armadi Ikea ad un vero armadio che si sviluppa per 5 metri lineari (e 2,80m in altezza) è il cambio delle stoviglie che sta segnando per me una vera evoluzione nella vita matrimoniale e di famiglia. Si comincia piano piano comprando cose da pochi soldi, poi si compra qualcosa “che duri” e quando queste ultime si rompono – come un set di tazze che una alla volta ti scivolano negli anni e si scheggino / diventino inutilizzabili – ti ritrovi a comprarne di nuove e a pensare: cavoli, le altre tazze le avevo comprate nel 2008.

Quattordici anni com’era la tua vita rispetto ad oggi? La mia completamente diversa nelle cose esteriori [grazie a Vishnu * 😉 quelle affettive sono solide e stabili]. E allora l’ultima tazza da colazione che hai usato per quattordici anni restando una costante delle tue giornate che si rompe è il segnale che un certo tempo è passato. Che le cose si evolvono alcune veloci, altre lente, e che tu che ti senti sempre uguale, uguale non lo sei davvero mai…

Un po’ come il trucco illusionistico evidenziato da un recente post di Jason Kottke nel suo famosissimo blog, la vita ti scorre davanti inesorabilmente e spesso in maniera invisibile. È la nuova tazza che usi per bere il tuo latte e caffè al mattino, e che perdio! sono quindici giorni e ancora non ti abitui!, che segna la rottura con lo status quo e si fa accorgere dell’illusione in atto.

Sento molto l’orologio che fa tic-tac e scandisce il mio tempo. Sono senz’altro preoccupato da questo e mi chiedo sempre se la tal cosa valga la pena o meno del tempo che le sto dedicando. E sono abbastanza sicuro che questo non sia esattamente il senso del godersi il presente che la meditazione vuole insegnare!


Stasera ricomincia Crozza in TV… forse chi lo segue coglierà l’ironia della mia citazione

Articolo precedente

del tenere un(a specie di) diario personale pubblico

Articolo successivo

La spremuta

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.